TRANCE FORMATION OF ITALY. LA FABBRICA DELLE SCHIAVE MONARCH IN ITALIA per la prima volta a portata di prove concrete tra sperimentazioni illegali attività criminali ed eversione non convenzionale.

TRANCE FORMATION OF ITALY.

LA FABBRICA DELLE SCHIAVE MONARCH IN ITALIA 
per la prima volta a portata di prove concrete tra sperimentazioni illegali attività criminali ed eversione non convenzionale. 
[A questo link la versione per  copia da inviare via mail che aggiunge agli embedding foto con link incorporati che vemgona  salvate su mail inviando http://paoloferrarocdd.blogspot.com/2015/05/la-fabbrica-delle-monarch-versione-per.html] 


ANCORA VOI …  MA NON DOVEVAMO VEDERCI PIU’?! 30 settembre 2013  – 7 maggio 2015
Che una intera vicenda con tanto di elaborazione di strategie psichiatriche potesse esser nuovamente  indirizzata su Paolo Ferraro era forse ipotizzabile da parte di qualcuno. 
E che venisse poggiata su un substrato  vero magari con qualche scherzetto, tecnologico o biochimico, poteva far parte di un immaginario fantapolitico e fantascientifico. Non mio. 

Dinanzi ad una ipotetica   orchestrazione  con  honey trap su misura, donna  reale ed  ideale e come da protocollo “inconsapevole” ed in buona fede,  dolorante come una gatta certosina investita, Paolo Ferraro  avrebbe  accettato di capire con atteggiamento amorevole.  
Dall’aprile 2014 ho verificato senza paranoie e paure  una confusa richiesta di aiuto e vissuto sino in fondo una dinamica di amore disinteressato: tutto prevedibile, soprattutto  da idioti  “tenutari di fili” eventuali.
Ma come abbiano in tesi  potuto pensare che una ipotetica manovra strutturata sull’inconscio dell’attenzionato facesse ripercorrere a Paolo Ferraro sino all’autodistruzione  gli errori in buona fede commessi all’epoca della scoperta di quello che si celava a partire dalla stessa vicenda della Cecchignola (2008),  è un mistero. 
Un mistero che si svelerebbe solo partendo dalla nozione di lurida e saccente sicumera di scherani  della psichiatria di quel potere e di quei servizi,  che tanto hanno patito, insieme ad altri,   la grandediscovery. 
Ma la trama è ben  più complessa e vi era una papabile eterogenesi dei fini: non possiamo abbondare in particolari ma forse e senza forse  una vicenda traumatica grave, sovrappostasi  nel marzo 2013 all’utilizzo ordinario, secondo moduli tipici imposti alla coprotagonista, aveva rotto un equilibrio. 
Uno sgarro inaccettabile ( “è venuta male” .. a testimoniare che non si sarebbe voluto un esito simile .. prima e che non era del tutto preventivato – dolo eventuale – e sino allora era andato tutto bene ).
Danno ed esito lesivo grave che ha  visto muoversi in direzione diversa, piccole e forse meno piccole forze e persona.
Emerge quindi chiaramente  qualcosa di profondamente diverso dalla  mera esclusiva orchestrazione in  danno, quindi.
Minacce implicite e non (non a me), e dinamiche sopravvenute hanno semplificato il quadro, riallineando in buona parte i contesti (come da copione), ma resta una ispirazione originaria, tra le righe,  a riuscire a sapere, far sapere e sinanche a trovar tutela. Non mia la ispirazione di cui parlo, ovviamente. 
E’ nostro giudizio che trauma grave nel 2013  non certo oggetto o suscettibile di consenso a monte, percepito fisicamente ex post e realizzato nella sua concreta crudezza, unitamente all’indiretto solo parziale riaffiorare di frammenti di ricordo iniziale, su persona  perdipiù narcotizzata (analisia udio del 24 luglio 2014),  abbiano avuto un ruolo iniziale in tutta la vicenda . 
IL danno ed i traumi hanno agito su tutti e due i livelli, conscio ed inconscio della persona interessata,  consapevole dell’esito dannoso  ma non dei fatti, ultra petita ( di ciò che per violenza cruda,  e cessione a contesti ultronei,   per finalità di elite e di politica economica di elite in non illogica  ipotesi,  ha superato ogni limite).
La persona, come  lavoratrice che confusamente si sente mobbizata ma anche nella personalità ragionevolmente manipolata attivata dallo stesso interlocutore ( vedi audio successivi estrapolati dal dialogo) ,  indaga, chiede,  in entrambe gli alter,   avviluppa infine con modalità verbali kitten il gestore, diavolo  Angelo,  e ne ricava una versione monca a sua volta,  frazione per frazione menzognera in modo agghiacciante e vile.  (analisi da audio 24 luglio 2013 ). 


§§§§§§§§§
N.B i video audio su quelle tracce analizzate che sono di seguito incorporate nell’articolo vanno sentiti a volume massimo su pc munito di scheda audio  e   casse decenti 

§§§§§§§§§


Tornando al piano generale della vicenda persino  un avvertimento è arrivato,  da chi, evidentemente ben informato e attento a far capire, in precedenza, nell’ottobre 2014,  aveva fatto altra telefonata.
Una e poi altre telefonate  cripticamente rivolte in modo prolisso a far cogliere in una  “storia narrata” la dimensione giuridica e problematica dell’utilizzo di intercettazioni/registrazioni (?!),  ma quella dell’ottobre 2014 arrivata mentre Paolo Ferraro si trovava nel luogo casalingo cardine della vicenda, lontano da Roma, invitato a cena dai protagonisti più diretti e dalla lei “perfetta”. 
Un messaggio   su segreteria telefonica del 24 marzo del 2015,  è infine   arrivato dallo stesso cellulare, ma è  stato solo una minuscola ciliegina sulla torta. 

L’avvertimento e la allusione sono “titolati” inequivocamente .. semmai aveste dubbi 


Un percorso costruito e progettato quindi, in parte artificiale, ma su un plafond concreto, come consuetudine di questi protocolli e sovrapposto ad una dinamica diversa anche, genuina.
Dal maggio 2014 senza alcuna  paranoia ed esitazione accettammo di verificare e capire venire incontro  con amore, e amore vero che solo l’amore vero porta a capire, ma l’amore ( in una squallida accezione di coinvolgimento che fa perdere lucidità e stravolge) e le risposte emotive e l’immergersi in uno scontro era, secondo gli intendimenti altrui poi affiorati, l’esito destinato a far soccombere crudamente chi scrive, secondo una diagnosi prefabbricata di “delirio frazionato e stato deliroide”. [http://cdd4.blogspot.it/2014/11/un-profilo-artificialmente-costruito.html]. 
Una strategia diagnostica falsificata e costruita, la solita, appioppabile in ipotesi meschina e grama ad  un reiterato Don Chisciotte denunciante,  ovvero immerso in uno scontro insensato per la liberazione di chi non poteva voler esser liberato ed era ragionevolmente  attorniato da chi condivideva paure ed antiche sotttomissioni e nascondimenti ed ipocrisia. La rete si sarebbe chiusa inesorabilmente. 
Una rete a struttura complessa e appoggiata  a ben note dinamiche psico familiari,  pronta a esser tirata ,  come da protocollo noto in altri  casi: pane per i denti di luridi accattoni e stregoni della mente che hanno piegato la psicologia dinamico relazionale a trame sotterranee (LUIGI CANCRINI).
Tanti altri sono poi  gli  allievi scherani o sergenti,   ingordi ed immeritevoli,   di quella scuola  tanto efficiente e pericolosa da aver gestito e cogestito la storia moderna sotterranea  dal dopoguerra, mietendo solo successi ( TAVISTOCK INSTITUTE ). 


Qui,  oggi,  in questa misera Italia devastata da trame e  degrado gestiti e non, e nei confronti di un povero disoccupato, avrebbero errato, per l’ennesima volta, per l’ennesima volta sottovalutando. Ho lasciato contatti e prove insuperabili della mia “vigilante” decisione di entrare sino in fondo leale, e solo pronto ad  uscire prima che la eventuale porta si  richiudesse.
Pronto ad uscire solo una volta che fosse apparso un quadro coerente quale quello che con tutta evidenza potete vagliare, sia pure per frammenti. e che è emerso in extremis.
E sempre in attesa di un miracolo Catie .. all’italiana ancora oggi. Ma questa è buona fede , carità cristiana ed amore nel senso positivo unico del termine.  
Non ho denunciato, non ho sradicato la mia esistenza spostandomi in luogo controllato e storicamente avverso ( una vera centrale deviata del centro Italia), non ho gestito nè accettato alcuno scontro di alcun tipo anzi rimanendo come ero, sereno e amorevole sino all’ultimo istante (guardando oltre, dentro e lontano),  ho letteralmente aggirato e annichilito la componente familiar programmata o prevista,  semplicemente assentendo non contrastando e ritirandomi. 
Non mi appresto oggi a violare la privacy di chicchessia. 
Forse il caso ha “complottato” facendo emergere il tutto ma la “fortuna” od altro hanno voluto che fosse fatto emergere e di fatto palesato, a me e da me. 


Ma  ancor oggi mi chiedo:   possibile che siano stati così fessi gli eventuali architettatori che tiravan i  fili di  comparse  anche in buona fede,  parziale o meno ?! 

http://cdd4.blogspot.it/2013/10/oltre-i-magistrati-massoni-e-lo-statuto_37.html

Tanto fessi addirittura da lasciare le prove inequivoche,   oggi , del coinvolgimento di un diavolo Angelo ex analista del CNR nel 1990 1991 trapiantato in due aziende chimico farmaceutiche nel 1995 e poi nel 2011 e “quadro” tenutario infine  di un reparto femminile di controllo produzione, ma  a sperimentazione del sabato e domenica incorporata,  e/o spostata in diversa struttura e magari sotterranea?!  ( ricordate il 1990 1991,  gli anni d’oro    che hanno contribuito ad  incatenare in crescendo Stato  istituzioni e società, quelli delle sperimentazioni coordinate dalla psichiatria e dai servizi  civili e militari ,   gli anni d’oro di Francesco Bruno e di Luigi Corona , tanto per intenderci ?!). 
E tanto idioti da correre il rischio di far riaprire, ma dal concreto e con elementi seri, un filone antico che sembrava chiuso altrove all’epoca dell’intentato  processo dalle vittime del progetto MKULTRA negli USA ?! 
All’epoca emerse che erano coinvolti nelle attività di sperimentazione e trattamento  44 tra College e Università Americane, 15 tra fondazioni di ricerca/compagnie chimiche o farmaceutiche, 12 ospedali o cliniche (oltre a quelle associate con le università), e 3 prigioni, tutti noti per avere partecipato collaborando al  progetto MKULTRA.
http://ilrisvegliodellacoscienza.blogspot.it/2010_08_01_archive.html

Tutto solo per il gusto di tentare di distruggere definitivamente chi scrive e per vendetta contro chi tanti lutti addusse agli Achei ?!  
Di moventi e motivi personali ne hanno a iosa tutti coloro che sono stati denunciati alla pubblica opinione con prove ( psichiatri , magistrati,  avvocati,  alto ufficiale dei C.C.  e  parenti scoperti come sconci massoni deviati o loro scherani e infine persino un  finto amico “economista vile e satanista” – è solo un epiteto con la rima). 
E  poi ci sono gli interessi e i segreti e il resto con il popò che c’è dietro, roba  che si muove con logiche direi ben “meno soggettive” e non certo intrise di morbosi e putrescenti  personalismi. 
Tutta roba di “quadro” per così dire, che la caratteristica esenziale di queste trame e di costoro è far agire altri e sotterraaneamente specie se già scoperti. 
Ma arrivare a far coglier bene e con riscontri almeno sufficienti a capire od ipotizzare validamente – se non anche a provare,  sul piano storico – un nesso chiaro e concreto  attuale in epoca di progetto MONARCH,   tra CNR servizi ed aziende chimico farmaceutiche incistato nel settore più avanzato delle “specialità oncologiche”,  sarà stato solo un incidente di percorso o un rischio calcolato (male) o il frutto di un caso anodino o qualcosa di comunque voluto ?! Noi una idea abbastanza precisa ce la siamo fatta e la vogliamo verificare collettivamente. 





Si voleva che sapessi,  da parte di alcuni,  anche perchè così forse avrei gestito  il tema generale su un piano concretissimo,  di eccessivo peso per chiunque. 
E vien da ipotizzare  quindi  che non si volesse  solo che io sapessi per essere rinchiuso nella vicenda particolare: resta peraltro vistoso sullo sfondo  il fantasma risibile schema/protocollo caro ai gestori della psicologia dinamico relazionale invertita (immediato il richiamo al cattivo maestro  tristemente ancora impunito e noto, LUIGI CANCRINI,  sulle cui attività  – e già solo nel blog del CDD tanto vaste sono le citazioni –  ci limitiamo a richiamare, per chi volesse, l’utilizzo della ricerca su blog o su INTERNET per parola chiave “CANCRINI”).
Poi, sapendo con chi si ha a che fare la supposizione che siano stati immessi e aggiunti  anche audio “truccati” fatti pervenire, intervenendo per miscelare il tutto, e ovviamente affondarlo con chi lo presenta, ce la siamo fatta. 
Ebbene dall’analisi contestualizzata della vicenda e dai file del 2013 e indietro emerge a nostro avviso la esistenza del concreto plafond di  vicende tutte vere, ineluttabilmente.
Concretamente apprezzato il contesto reale,  quindi,  la operazione ipotetica  strardinariamente macchinosa ed eccessiva crollerebbe immediatamente,  ed anzi emergerebbe il tentativo di stravolgere annacquare,  a prova del fondamento del tutto. Ma è questione puramente teorica. 
Vi è infine il dolce non dubbio a gocce insinuato con piccoli fatti concreti che non possiamo elencare qui,  di un sottile ma quasi impalpabile triplo gioco di chi sola poteva sapere di poter solo contare su di me o di chi si è mossa dovendo agire anche su indicazioni esterne diverse e contrapposte, roba da film ( Rosemary’s baby e Catie “attiva”  sebbene solo  in nuce .. ). 
A questo sottile non dubbio che vedrebbe una persona accerchiata usata e manovrata sinanche in ambiti familiari, non soccorre il proverbio “parenti serpenti” dato il  contesto generale. 
Ma una ribellione sofisticata sotterranea e raziocinante lascerebbe escludere la potenza dei trattamenti, alla faccia di questa ciminalità di elite  convinta di poter inventare l’uomo e la donna cavie perfette,  automi in carne ed ossa,  e di poter generare una umanità di schiavi. E residua una suggestione positiva su tutta la sequenza e dinamica, per la parte  eterogestita e  non solo a fini malevoli . 
Tagliamo corto: resta da dare comunque a bòtta cieca un ringraziamento ironico alla idiozia criminale di coloro che presumono, sussumono, gestiscono e valutano (magari non sanno e non sanno il perchè,  come la moglie cinese, ma è sempre meglio, antico detto). 
Un grazie sentito così “apriori” quindi alla supponenza di chi non è abituato a sfidanti alla pari sul piano intellettuale o aduso a sopraffare con uso di strumenti forza organizzazione e inganni, invertendo e manipolando le cose e i giudizi sotto il crisma deviato della verità ufficiale “controllata” e “gestita”  col ricatto, le pressioni o la affiliazione. 
Senza costoro, forse,  e senza la capacità di osservare,  prevedere (secondo scenari plausibili  e muoversi persino amando realmente),  questo altro salto di qualità finale nelle conoscenze ed analisi, ancorate ad uno scenario reale e  plausibile,  non sarebbe stato possibile. 

Un grazie sentito quindi in particolare comunque a Francesco Bruno e al suo “CNR parallelo“, 
grazie a Luigi Cancrini ed in particolare alla invertita psicologia dinamico relazionale ed alle di lui coordinate “scientificamente”  esperimentazioni anche proprio in quel di Latina ( vi ricordate la SAMAN e le attività “scientifiche” sui tossicodipendenti).
Un grazie al diavolo  Angelo V……. , un vero schifoso lurido maiale del buio, esecutore/gestore locale violento, idiota, meschino ed inetto,  tanto da rendere persino fastidiosa  la stessa  parlata partenopea  (“chi mandi in galera ?!” e “c’è sempre un ministero che può approfondire” ….. e ” non mi ha funzionato la palla” e ” la boccia non ha funzionato ” e “ti dico la verità .. è stato Alessandro” e via via tutto di più, meno le frasi tragicamente compromettenti e i dialoghi autoaccusanti e il resto, ma a disposizione delle autorità e della autorità giudiziaria, che l’ottimismo della volontà e la buona fede speranzosa  tardano sempre a morire). 
E grazie ad altri, non meno subdoli,  che non dobbiamo o possiamo elencare qui,   con sicurezza,  la cui ombra sottile resta però neanche troppo frastagliata sullo sfondo. 
Un grazie speciale infine ad una  handler dal tono nazi-esoterico e meccanico,  pescata nel mucchio la cui voce ed identità dedichiamo ad affezionati complottisti visto che ci è concesso averne estrapolato da vari file la voce ed il comando,  e il tutto è sufficientemente chiaro per essere addirittura  attribuibile,  sì attribuibile


https://player.vimeo.com/video/126902227

000000000 ” SI … sei Monarch … giù “ from CDDpaoloferraro on Vimeo.


S
ABATO 31 maggio 2014 ore 17 e 22 La fabbrica delle monarch “si … sei Monarch … giù ” 

TRANCE FORMATION OF ITALY . I LEGAMI ORGANICI TRA CENTRI DI POTERE MILITARE E CIVILE ED INDUSTRIE FARMACEUTICHE. OLTRE LE STRATEGIE DI CONTROLLO GLOBALE, DIETRO AL BUSINESS DEI DISTURBI INVENTATI, LE SPERIMENTAZIONI DI PROTOCOLLI ATTIVITA’ COPERTE O TOLLERATE ANCHE VIOLENTE E FARMACI E TRATTAMENTI MONARCH. 
Non abbiamo qui scelto di dare spazio alla trama individuale e personale nè a caratterizzare le varie comparse e altri, tutti con nomi cognomi ruoli e riscontri sui ruoli.  Nè possiamo farlo, perchè nel caso di specie privacy e tutela di parti offese non possono non prevalere.  Mancherà un bel pezzo di contestualizzazione ( tutta quasi) e prove annesse, gioco forza, per ora,  trattandosi di vicenda calda … e perigliosa che aspetta al varco un centimetro   di troppo nei passi nostri. 
Ci poniamo euindi insieme,  ora, seccamente,   un particolare interrogativo generale che comporta almeno una risposta implicita. 
Se tutte le attività e sperimentazioni dagli anni ’50 nacquero e si concentrarono in laboratori dei servizi segreti statunitensi magari decntratiin reparti di aziende farmaceutiche, ed in istituti attrezzati anglosassoni e francesi per l’occidente, in Italia a distanza di sessanta anni dove neanche le strutture sanitarie potrebbero essere adeguate ed i servizi hanno strutture ridotte e non adeguate a loro volta, dove si fanno le sperimentazioni sui trattamenti mentali, farmaci, protocolli utili e metodologie varie,  ivi compresa per prima la fetta di quelle che riguardano “l’utilizzo della donna” ( trattamento e manipolazione mentale monarch erede dell’MK-ULTRA) ?! 
La  risposta è che la produzione ed il confezionamento dei prodotti della chimica farmaceutica siano collegati in modo sotterraneo  a forme di TEST SPERIMENTAZIONE ED UTILIZZO NELLO STESSO LUOGO INDUSTRIALE ANCHE CON MODALITA’ ILLECITE,  OVVERO CHE QUESTE SIANO TOLLERATE A PARTE NELL’AMBITO DI SPERIMENTAZIONI PARALLELE E SEGRETE FORSE SVOLTE IN BUNKER REPARTI CHE NON HANNO A CHE FARE “DIRETTAMENTE” con la responsabilitò aziendale : di qui anche la presenza ed infiltrazione di personale dei servizi in particolare militare e la tipologia delle selezioni in ambiti industriali farmaceutici e dubbi inquietanti su ciò che può accadere/accade coperto in tali distretti produttivi .. e sugli intrecci e coperture tra servizi e reparti e relativo personale addetto. 


SABATO 31 maggio 2014 ore 17 e 22 La fabbrica delle monarch …..

LA FABBRICA DELLE MONARCH. Finalità, attività e strumenti. 
Ci siamo in via empirica e concreta fortunosamente mossi infine valutando copiose prove concrete audio .. e comunque in contesti in cui le varie forme di trattamento metodologie e utilizzo di sostanze chimiche droghe e di suoni e parole  a bassa frequenza ( a tacer di ipotetiche sperimentazioni ancor più crudeli o ripugnanti tali da ridurre esseri umani a killer  inconsapevoli o cavie animali da laboratorio *1) appaiono oggetto fi una struttura organizzata tecnologivcamente e miscelati.
Ciò  vuol dire però e lo diciamo a chiare lettere   per l’ennesima volta,  che è l’insieme del trattamento solo che può raggiungere il risultato perseguito ( e le attività fisiche violente e criminali attive e concrete  conservano perciò il ruolo primario e preponderante, risultando la strumentazione a disposizione, utile per assicurare associazione mentale funzionale alla ripetizione agevolazione della dissociazione negli alter). 
SU questo richiamiamo le copiose analisi e la  documentazione anche probatoria nei blog del CDD e la stessa documentazione audio della grandediscovery sui fatti della Cecchignola, del 2008.





ALCUNE NOTAZIONI NECESSARIE. Questa registrazione audio a noi fatta pervenire è datata 24 luglio 2013 ore 16 e 08,  ambientata in luogo reparto preciso e fa parte di un dialogo “a due stadi” della complessiva durata di 1 ora e 2 minuti e 30 secondi. 
Molti passaggi rilevanti vi sono ma in particolare è stato estratto qui solo un piccolo passaggio nodale .. All’inizio la donna dialoga col capo reparto che a sua volta attiva richiedendola con tono a bassa frequenza ” una radiolinea” verso il 21° minuto … LA VOCE E’ NELL’AUDIO QUASI IMPERCETTIBILMENTE SUSSURRATA ED INTERCALA UN DIALOGO AD ALTA VOCE e la donna presente non reagisce alla strana dizione sussurrata . Dopo vari minuti e vari interventi in bassa frequenza viene  impartita la sequenza oggetto del video audio .https://vimeo.com/127013997 , di seguito inorporato  in questo articolo . 
IL TUTTO ACCADE ALL’INTERNO DI UN REPARTO CON CARATTERISTICHE PARTICOLARI E MUNITO CON TUTTA EVIDENZA “ANCHE” DI UN SISTEMA DI MODULAZIONE A BASSA FREQUENZA DI FRASI E PAROLE. UNA SCOPERTA,  VIEPPIU ASCOLTANDO L’ESTRATTO SUCCESSIVO. 
Una avvertenza finale : la estrapolazione cura di non far ascoltare null’altro e i contesti audio e varie altre registrazioni per una scelta precisa non possono ora essere ascoltati . La persona che parla è stata identificata e lavorava al CNR come analista nel 1990 1991 all’epoca delle sperimentazioni e di FRANCESCO BRUNO . LO stesso uomo dal 1995 viene immesso in realtà industriali molto particolari come è di tutta evidenza. Come ascoltermo poi la trasmissione a bassa frequenza in ambiente deve essere a malapena percepita dall’orecchio e talvolta incapsulata in un tipico ” rumor” in modo che la decodifica linguistica non intervengada parte del destinatario  e la mente percepisca l’effetto sonoro generando un risultato che è meramente associativo o dissociativo se preferite,  e collegato a quell’alter e  status psichico alternativo del soggetto , in precedenza costruito ed “ingegnerizzato”  con lunghe pratiche abberranti , 
.https://vimeo.com/127018034

Le persone, donne in questo caso,  trattate e selezionate a monte con criteri ed obiettivi precisi vengono poi adibite anche per verifica, oltrechè destinazione, ai fini strumentali e criminali che tutti ormai conoscono non più solo nella letteratura più  o meno romanzata o nella saggistica senza prove concrete: dalla corruzione e concussione del mondo della politica ed economia , coinvolti i singoli in attività che di “festa” hanno solo il diminutivo, al sollazzo malato e sadico di alcune elite da ricovero, alla infiltrazione e manipolazione indiretta di destinatari attenzionati, a pratiche di sostanziale copertura a basamento apparente esoterico a industrie del porno etc etc ….e ovviamente al prestito ai servizi in specie militari per finalità convogliate da questi e che sappiamo anche essere frammenti di un eversione non convenzionale strisciante .  
Tornando agli audio va detto ancora che è impossibile accedere alla tesi dell’inganno capzioso di una futura prospettazione di audio artefatti:  la veridicità e reale consistenza del contesto emerge da copiose registrazioni risalenti nel tempo e tali da essere per oggetto tono e dinamica irriferibili ad un canovaccio costruito. Qui una testimonianza audio del luglio 2013 che nel contesto e contestualizzata non lascia adito per l’appunto a discettazioni capziose,  perchè già solo l’impostazione vocale del nome pronunciato a voce canora insensata, visto “l’ambiente” ed il contesto dialogico, parla da sola .. 



ALCUNE NOTAZIONI NECESSARIE. Questa registrazione audio a noi fatta pervenire è datata 24 luglio 2013 ore 16 e 08 ambientata in luogochiuso/reparto preciso e fa parte di un dialogo “a due stadi” della complessiva durata di 1 ora e 2 minuti e 30 secondi. 
Molti passaggi rilevanti vi sono ma in particolare è stato estratto qui un passaggio nodale .. All’inizio la donna dialoga con “capo reparto” che a sua volta ha attivato richiedendola con tono a bassa frequenza ” una radiolinea” verso il 20° minuto (vedi audio https://vimeo.com/127018034 ) più avanti dopo alcuni minuti  vi è la sequenza estrapolata. Nella sequenza è stata oscurata nel volume la pronuncia esatta del nome femminile da parte dell’uomo e la voce della donna che dice una parola … Terminata con un prolungato “a” la chiamata del nome della persona che ha di fronte con  una intonazione particolare che non sfuggirà all’attento ascoltatore , infine  viene a bassa frequenza immesso nell’ambiente un particolare effetto sonoro. Un triplo fruscio forte ( che ovviamente non ha alcuna altra spiegazione fenomenica )  accompagna le tre parole, come da schema.
La trasmissione  a bassa frequenza in ambiente   deve essere a malapena percepita dall’orecchio ma coperta da rumore in modo che la decodifica linguistica non intervenga e la mente percepisca l’effetto sonoro ….. A quella percezione è stata associata, in lungo tempo di trattamento brutale secondo i protocolli MK-ULTRA ed altro, la situazione che comporta scissione nell’ALTER … 
METODOLOGIE MEDIANTE EMISSIONE DI ONDE A BASSA FREQUENZA A STRUTTURA VOCALE ONDE DI PRESSIONE E ONDE MISTE sono oggetto di brevetti   e l’elenco dei brevetti è stato pubblicato sul sito http://endthelie.com/  e al link http://prigioniero.tumblr.com/post/41067834004/i-brevetti-sul-controllo-mentale  è stato riportato fedelmente l’elenco dei brevetti con le relative indicazioni. 
Resta inteso quindi che la nostra opinione tecnico scientifica si  poggia sulla percezione auricolare e sulla trasmissione delle frequenze ascoltata  al cervello che non decodifica il messaggio vocale ma associa all’effetto sonoro e messaggio vocale in parte incapsulato, la risposta non gestita dalla parte conscia. Niente fantascienza ma solo criminali attività violente di tortura e scissione per autodifesa del soggetto,  e varie tecniche di ancoraggio degli effetti a percezioni sonore visive od altre .  
Nel caso concreto gli effetti della associazione emergeranno in progressione negli ultimi cinque minuti del dialogo,  che verte sulla assenza di ricordo di  un trauma ed una situazione grave e sul tentativo della donna in tono e con modalità kitten di farsi raccontare gli eventi non memorizzati .
BREVE CONCLUSIONE – INTERROGATIVO 
Abbiamo ora molti altri ragionevoli elementi,  e abbiamo portato alla attenzione collettiva  solo minuscoli frammenti  idonei a svegliare la opinione pubblica,  tali da  lasciar  ipotizzare concretamente ciò che si ipotizzava in astratto o “per letto”. 
IL progetto MONARCH in Italia esiste e viene coltivato e gestito sempre dalla solita TRIADE ricerca/INDUSTRIE FARMACEUTICHE/servizi,   con ovvia partecipazione medico psichiatrica e militare.
Abbiamo in mano e forniamo quindi  informazoni cruciali perchè concrete  su un “epicentro italico”.
Solo che a cinquanta anni di distanza le attività sono molto più avanti “scientificamente” (ammesso e non concesso che questo schifo sia appellabile come scienza). 
Torture violenze e destinazione ad attività estreme   con danni fisici non sono coperte da eventuali consensi (non informati) e gli atti di disposizione della integrità fisica e del corpo sono poi vietati per basilare principio di civiltà  antecedente di secoli la nostra Costituzione. 
Le metodologie di trattamento  sono cruente e implicano pratiche assimilabili solo alla tortura. *
I servizi e lo Stato sanno, e sanno che il”materiale” umano devastato e trattato viene utilizzato in forme e per finalità chiare.
Vi è poi il profilo della eversione sotterranea , dell’accerchiamento, della distruzione progressiva dell’involucro stesso della democrazia, lavorando su uomini e ruoli letteralmente svuotati dal ricatto o dall’irretimento, che non ci pare cosa di poco conto, ed anche a fini volta per volta di corruzione o sviamento delle funzioni pubbliche. 
In ultimo le trame volte ad eliminare chi ha capito o sa capire ed i soggetti scomodi quindi. 
§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§
Potete voi  tutti stare fermi e silenti e/o lasciare che  questo tipo di questioni strategicamente vitali persino per la libertà individuale e collettiva, non  prospettabili come stravaganze eccentriche e secondarie, siano appannaggio   individuale di un qualunque Paolo Ferraro che pur agisce cauto, non ripete errori finali del passato e informa nei limiti possibili,   noncurante del tragitto predisegnato dalla  nuova vicenda e dinamica attivata, ma a rischio e sacrificio personale ?!  


*1 ADDE a futura memoria
Nessuno plausibilmente si è accorto di un frammento di audio diremmo particolare e di difficoltosa o  meglio non immediata valutazione.
IL 31 maggio 2014 alle ore 22 e 16, ragionevolmente nell’ambiente/reparto della vicenda anche perchè fa parte di una sequenza di registrazioni nella medesima data,  la  donna che dirà a fine frammento audio con  voce attonita tra l’interrogativo e la constatazione  “che m’esce” si trova in un posto dove si sente un liquido  che gorgglia, viene smosso continuamente,  e mentre prima una voce solo appena percepibile ripete  “vieni avanti” la stessa voce più percepibile risponde alla constatazione/domanda finale “che m’esce” con il particolare termine a tecnico “fosforelli” ed in realtà all’inizio ma con strumenti audio qualificati e cuffia professionale dopo c.a. sette secondi si può percepire e la frase sussurrata “ adesso ti devi addormentare “ e la successiva , di segno contrario, ma trattandosi di bassissima frequenza vocale in questo caso.  
Quale sia il tono della voce femminile è perfettamente percepibile così come la atecnica congruenza solo descrittiva della risposta finale ”fosforelli”,
Quale lo stato della donna viste le precedenti registrazioni della giornata è del pari ipotizzabile , e sarebbe congruente con la ipotesi sul tono di voce e contesto .
Il frammento di audio così fattoci pervenire  inizia con un sorta di gemito particolare perchè a struttura vocale sinusoidale  preceduto di una frazione di secondo da una sorta di lieve sfrigolio di difficile percezione . Prosegue poi con varie parole sussurrate da un timbro di voce maschile .. professionale …
Che di uscita da un luogo “personale” fisico di tracce fluorescenti si tratti, sembra possibile  ipotizzare dalla frase verso la fine pronunciata da donna  (“che m’esce”). Alcune  mera informazioni ;  i sali di uranio impoverito  nella disponibilità del comparto chimico fuoriuscendo la relativa radioattività in acqua specialmente salata creano effetti cromatici fluorescenti, così come però una scarica di tipo elettrico immersa, mentre   la elettrolocuzione “locale” è pratica nota.
Da dove fuoriuscivano  tracce o scie/effetto  fluorescente se di queste si trattava? Erano mere tracce fluorescenti davvero o si tratta di altro ? e perchè fuoriuscivano …. ?! Perchè una particolare sostanza  era stata fatta  entrare o si tratta di un  effetto in acqua del passaggio di una lieve tensione elettrica ?! Dove ?! Perchè la donna,  emette un primo gemito al’inizio che colpisce per struttura armonica e per non essere ascrivibile nè a un dolore istantaneo nè ad un piacere   vista la struttura sinusoidale del gemito, èreceduto da un lieve sfrigolio comuqnue distinguibile ?! 
Si aprano le congetture …. intelligenti .. ma  caute per favore.
Noi ci limitiamo a informare su quanto emerge da questa documentazione rinvenuta in rete tra le tante,  la cui attendibilità non possiamo valutare, ma la cui attinenza ci sembra almeno ipotizzabile. 

https://www.clowdy.com/widget/coexq0/large
Music, film and photography on Clowdy.com

Estratti 
La C.I.A. avvia il progetto MKDELTA per studiare l’uso della biochimica “a fini persecutori, discreditatori e disabilitanti”.
§§§§§§
(1966) La C.I.A. porta avanti un numero limitato di piani MKULTRA ed avvia il progetto MKSEARCH per sviluppare e provare non solo tecniche di uso di materiali biologici, chimici e radioattivi nelle operazioni segrete, ma anche farmaci in grado di generare cambi prevedibili nel comportamento e nella psicologia dell’uomo.
§§§§§§
La testimonianza di Christina DeNicola, secondo cui dal 1976 al 1996 il “dottor B” aveva condotto a Tucson (Arizona) esperimenti sul controllo della mente usando farmaci, iniezioni e rappresentazioni postipnotiche ed esperimenti di irradiazione su collo, gola, petto ed utero. Gli esperimenti erano cominciati quando Christina aveva solo quattro anni.!

http://www.altrainformazione.it/wp/il-progetto-mk-ultra/
Gli esperimenti
La stessa agenzia ha successivamente riconosciuto che quei test avevano una debole base scientifica e che gli agenti posti all’esecuzione e controllo degli esperimenti non erano ricercatori qualificati[1].
I documenti recuperati fanno presupporre, con un sufficiente margine di certezza, che la CIA abbia usato radiazioni e LSD al fine di controllare le menti delle cavie. 

La vittima viene chiamata “schiavo” da parte del programmatore / gestore, che a sua volta è percepito come un “maestro” o “Dio”. Circa il 75% è di sesso femminile, in quanto in possesso di una maggiore tolleranza al dolore e perché tendono a dissociarsi più facilmente rispetto ai maschi. Gli Handler della programmazione Monarch cercano di dividere in comparti la psiche del soggetto, creando personalità multiple usando il condizionamento basato sul trauma.
Di seguito è riportato un elenco parziale di queste forme di tortura:
1. Abuso sessuale e tortura
2. Confinamento in box, gabbie, bare, ecc, o sepoltura (spesso con una piccola apertura o un tubo d’aria per l’ossigeno)
3. Contenzione con corde, catene, polsini, ecc
4. Provocando la sensazione di annegamento
5. Caldi o freddi estremi, immersione nell’acqua ghiacciata o in prodotti chimici corrosivi/acidi
6. Scarnificazione (alle vittime destinate a sopravvivere venivano staccati solo le parti superiori dello strato epidermico)
7. Girare su se stessi
8. Luce Accecante
9. Scosse elettriche
10. Ingestione forzata di fluidi corporei, come sangue, urina, feci, carne, ecc
11. Essere appesi in posizioni scomode e dolorose
12. La fame e la sete
13. La privazione del sonno
14 Compressione forzata con pesi e oggetti
15. Privazione sensoriale
16. Allucinogeni, per creare confusione e amnesia, somministrate per iniezione o per via endovenosa
17. Ingestione o iniezione di sostanze chimiche tossiche per creare dolore o malattia, compresi agenti chemioterapici
18. Stiramento degli arti o dislocamento degli stessi
19. Posizionamento di serpenti, ragni, vermi, ratti e altri animali per indurre paura e disgusto sul corpo
20. Esperienze vicine al pre morte, come l’asfissia da soffocamento o annegamento, con immediata rianimazione
22. Si è costretti ad essere esecutori o testimoni di abusi, della tortura e il sacrificio di persone e animali.
23. Partecipazione coatta nella pedopornografia e nella prostituzione
24. Stuprare una donna per metterla incinta, viene quindi fatta abortire e il feto viene utilizzato a scopo rituale, o se la gravidanza non viene interrotta, il bambino viene rapito per essere una vittima sacrificale o diventare uno schiavo.
25. Abusi che vanno a colpire anche la spiritualità delle vittime facendole sentire possedute, molestate, e completamente controllate da spiriti o demoni
26. Profanazione delle credenze giudaico-cristiana e delle forme di culto; dedizione a Satana o ad altre divinità
27. Abusi e illusioni vengono perpetrati in modo da convincere le vittime che Dio è il male, come ad esempio convincere una bambina che è stato Dio a violentarla.
28. La chirurgia usata come forma di tortura, di sperimentazione, o che causa una variata percezione delle cose.
29. Danni o minacce ai familiari, agli amici, alle persone care, agli animali domestici, e alle altre vittime, per forzare il rispetto
30. L’uso della illusione e della realtà virtuale per confondere e rendere l’intera vicenda unw cosa poco credibile.

“La base per il successo della programmazione Monarch è che possono essere create differenti personalità o parti di personalità, che non si conoscono tra loro, ma che possono prendere il controllo del corpo in momenti diversi. Le pareti di amnesia costruite grazie ai traumi, formano uno scudo protettivo di segretezza che protegge i colpevoli dall’essere scoperti, e impedisce alla personalità principale di sapere quando il sistema di cambio personalità è attivo. Lo scudo del segreto permette ai membri del culto di vivere e di lavorare assieme agli altri e di rimanere totalmente inosservati. La personalità dominante potrebbe essere un buonissimo cristiano, ma la personalità che si nasce sotto di essa potrebbe essere più satanica di quella di Mr. Hyde (Guardatevi BTK Bind Torture Kill). Si cerca di fare molto sotto il profilo del mantenimento della segretezza della agenzia di intelligence o del gruppo occulto che sta controllando lo schiavo. Il tasso di successo di questo tipo di programmazione è alto, ma quando fallisce, i fallimenti vengono eliminati attraverso la morte. Ogni trauma e tortura serve a uno scopo. Una grande quantità di sperimentazioni e ricerca furono condotti per sapere cosa poteva essere fatto e cosa no. Vennero elaborati grafici con i dati statistici su quanto si potesse torturare un corpo di un dato peso e di una data età senza che tale individuo morisse”.

N.B Intorno al rigido incasellamento teorico del risultato ottenuto   in termine di artificiale creazione di personalità totalmente dissociate e inconsapevoli tra loro ( teoria del nido d’ape) abbiamo ospitato un voce parzialmente dissenziente che modula in modo diverso la estrapolazione di alter nelle personalità dei trattati. 

” PROGETTO TAVISTOCK 2.0 . ANALISI DELLE DOCUMENTAZIONI . ROMA-CECCHIGNOLA: TRATTAMENTO MENTALE, METODI, REALTA’ ED ATTIVITA ‘ CRIMINALI COLLEGATE, VITTIME”  

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s